Leggiamo insieme le etichette – Gomme da masticare

La gomma americana, quale meravigliosa invenzione per la civiltà umana…

Per risalire all’origine del qualcosa masticato in bocca per ore e ore dovremmo tornare indietro di un paio di migliaia di anni nella storia dell’uomo, ma ci accontenteremo di dire che prima dell’avvento delle multinazionali del sintetico, l’uomo masticava un particolare tipo di lattice estratto da un abete rosso e bollito prima di essere consumato.

MAsticare qualcosa significa introdurre energia, nutrienti, stimolanti (come nel caso delle foglie di coca consumate in Perù). Saliva e denti sciolgono e scindono i contenuti dell’alimento e li mandano nello stomaco che, in virtù dell’atto masticatorio, ha già preparato i succhi gastrici per digerire quanto stanno per ricevere attraverso il tubo digerente.

Quindi, nel caso della radice, della resina o delle foglie lo stomaco digerirebbe qualcosa, nel caso delle gomme moderne non ci sarebbe nulla da digerire, e lo stomaco quindi andrà a lavorare a vuoto per ore e ore, vista l’attitudine di molta gente a slogarsi la mandibola pur di raggiungere l’obiettivo dei diecimila “mastichi” al giorno (al posto dei più salutari passi…).

Che lo stomaco secerna succhi gastrici a vuoto non è propriamente un bene, dal momento che a lungo andare si può incorrere in gastriti e addirittura ulcere. Ma che i succhi gastrici secreti vadano a digerire aria addizionata delle più svariate molecole sintetiche forse è ancora peggio…

Cosa contiene la gomma adesso lo andremo a scoprire…

Un confetto qualsiasi (non voglio fare pubblicità) contiene:

Edulcoranti – Sorbitolo, Isomalto, mannitolo, sciroppo di maltitolo, xilitolo, aspartame, acesulfame k, sucralosio.

In principio c’era lo zucchero, ora ci sono 8 dolcificanti di cui alcuni totalmente sintetici, alcuni assolutamente sconsigliati in gravidanza per la fenilchenoturia e altri accusati di provocare diarree. Attenzione, è poco furbo sottovalutare certe avvertenze sugli alimenti, se sono lì non è perchè il produttore è magnanimo con noi, è obbligato suo malgrado dallo Stato che avrà constatato problemi con questi prodotti.

Senza parlare del famigerato aspartame sul quale si sono fatti numerosissimi studi, dobbiamo sapere che anche acesulfame k e sucralosio non sono il massimo del salubre, mentre invece sorbitolo e mannitolo (specialmente il secondo che è un estratto di un lassativo) sono dei lassativi. Quindi, solo per questa prima parte di ingredienti sarebbe opportuno escludere dal consumo di questo prodotto donne in gravidanza, persone con colon infiammabile/irritabile/colitico, bambini.

http://www.dica33.it/argomenti/nutrizione/dieta_salute/dieta30.asp

http://www.dietologica.it/2008/02/splenda-sucralosio-o-veleno/

Gomma Base

– Addensante: gomma arabica, Aromi: estratto di liquirizia stabilizzante: glicerolo

Qui il produttore è stato onesto, perchè usa come base un ingrediente naturale quale la gomma arabica e l’estratto di liquirizia per aromatizzarla. Il glicerolo è abbastanza tranquillo, anche se fonti ritengono che l’assunzione di glicerolo è controindicata in soggetti ipertesi, diabetici e nefropatici.

Proseguiamo con gli ingredienti:

Coloranti E171, E133, Estratti vegetali, lecitine di soia (emulsionanti), cera carnauba come rivestimento, E320 come antiossidante.

 

La lista, per fortuna, termina solo con 17 ingredienti, pochi in realtà per un prodotto lavorato, ma in questo caso abbiamo avuto la fortuna di avere un produttore che ha usato la gomma base naturale.

Però, e prendo questa informazione anche dal blog mondobimbi, l’antiossidante E320 meglio conosciuto come BHA è un potenziale cancerogeno vietato in alcuni paesi. Non solo, anche l’unione europea in futuro ne farà limitare l’uso perchè studi hanno dimostrato che il BHA associato a elevate concentrazioni di vitamina C forma radicali liberi. E già qui dovremmo analizzare il fatto che un antiossidante naturale come la vitamina C sia indotto a svolgere il compito opposto a quello che fa in natura a causa di un suo “collega” di sintesi. Ma se ciò non bastasse, immaginate una persona raffreddata o febbricitante che assume per giorni dosi di C e mastica in continuazione gomme… Usando un paradosso alla fine della malattia potrebbe ritrovarsi con più danni di prima.

Per finire, passiamo ai coloranti: l’E171 è diossido di titanio, abbastanza tranquillo se usato in piccole dosi (e sulla pelle come schermo solare), ma che si deposita nell’organismo e soprattutto nei linfonodi e che in Germania è vietato. L’E133 invece è il colore Blu brillante, che in natura appare ai nostri occhi solo dopo aver fumato crack. Insieme all’E102 (giallo) pare essere una delle concause dell’ADHD nei bambini, capirete quindi che è sempre più inappropriato far consumare certi prodotti agli infanti e aggiungerei a tutto il genere umano. Se non bastasse questa avvertenza, sappiate che nella maggior parte dei paesi dell’unione europea questo colorante è vietato:

http://www.ukfoodguide.net/e133.htm

 

Se qualcuno ancora ritiene che le gomme da masticare possano essere un ottimo antistress o un palliativo per chi sta a dieta, forse dovrebbe rivedere qualcosa nelle proprie convinzioni. Per la dieta, si può masticare dell’ottimo sedano o dei gustosi finocchi, per lo stress sappiamo bene che non è sufficiente un semplice, compulsivo, consuma mandibole, ripetitivo atto meccanico. Anche perchè  persone sorridenti e riappacificate col mondo solo perchè mangiano chewing gum io non le ho mai viste…

Leggiamo insieme le etichette – Gomme da masticareultima modifica: 2011-02-07T08:11:00+00:00da bibendum3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento