Pomodori con riso

 

pomo1.jpg

pomo2.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

I pomodori con il riso sono un tipico piatto della cucina romana, giustamente poi “esportato” in tutte le regioni d’Italia. Piatto semplice, “povero”, è però uno dei più gustosi che si possano consumare nella stagione estiva, in quanto va consumato freddo e preferibilmente il giorno dopo averlo preparato.

Attenzione però: non è bene abusare della combinazione pomodoro/carboidrati che a noi tanto piace perchè il pomodoro inattiva l’enzima ptialina rendendo pressochè inassimilabile il carboidrato e il pasto in generale.

Tuttavia, con le debite precauzioni e avendo cura di non mangiarne tutti i giorni, possiamo con gusto tuffarci su questo piatto.

Questa ricetta mi è stata donata da mia nonna, che ai tempi della guerra era proprietaria di una trattoria romana e che ha sempre cucinato divinamente qualsiasi piatto.

La scelta degli ingredienti è fondamentale: non scegliete quei bei pomodori gonfi dal colore arancione ma prediligete invece pomodori più rustici e dal bel colore rosso, così come il riso deve essere di qualità e mai parboiled

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 pomodori non trattati maturi e interi
  • 8 cucchiai di riso (se volete potete arrivare a 11, vi spiegherò il perchè)
  • 4/7 patate di medie dimensioni
  • abbondante basilico
  • 2 spicchi di aglio
  • olio
  • sale e pepe

Procedimento:

  • dopo averli lavati accuratamente, tagliare la calotta dei pomodori e tenerla da parte
  • con un cucchiaio, svuotare delicatamente i pomodori della polpa facendo attenzione a non bucarli.
  • passare polpa e succo nel passaverdure, condire con olio, sale pepe, basilico e prezzemolo. 
  • mettere il riso nel composto e lasciarlo riposare per due ore circa. Se fa troppo caldo mettetelo in un luogo fresco. Questo passo è fondamentale per far sì che i succhi del pomodoro penetrino nel riso e lo insaporiscano a fondo, se non avete il tempo necessario vi consiglio di rimandare l’esecuzione
  • nel frattempo, dopo aver lavato e pelato le patate, tagliarle a spicchi non troppo grandi o a dadi grossolani, conditele con pochissimo olio e sale
  • mettere riso e sugo nel pomodoro, facendo attenzione a non riempire troppo il pomodoro di riso: deve arrivare a poco più della metà ed essere “brodoso”.  Coprire il pomodoro con la sua calotta
  • preriscaldare il forno a 200 gradi
  • disporre i pomodori su una teglia, aggiungere le patate e aggiungere l’eventuale riso avanzato sulla teglia a cucchiaiate tra un pomodoro e l’altro. Se vi piace, si può mettere il riso sopra le patate che diventeranno morbide e gustosissime
  • cuocere per un’ora circa a 200 gradi o fino a quando non verificherete l’avvenuta cottura del riso, che non deve assolutamente scuocere.
  • estrarre dal forno e far raffreddare completamente prima di consumare il piatto. Se resistete aspettate il giorno dopo

 

Buon appetito!!!

 

Lascia un Commento